Coin Crypt – Per un pugno di monete (pescate a caso da un sacchetto)

Sarò ripetitivo, ma i roguelike (e i roguelite, Astro docet) si stanno diffondendo a macchia d’olio su Steam. Sfogliando le ultime uscite mi salta subito all’occhio la descrizione di un nuovo gioco che si presenta come “un avventura roguelite deckbuilding incentrata su monete magiche”, nel quale interpreteremo un “Bottinomante” (Lootmancer, ma passatemi la traduzione come licenza artistica). Mi ci sono ovviamente lanciato al volo, e questa è la mia storia. Coin Crypt si presenta sin dai primi momenti colorato e squadrettato, proiettandoci subito all’interno di un immaginario fanciullesco. Anche il design dei nemici rispecchia questa scelta, rimandandomi mentalmente ad un impatto ricevuto tempo addietro da Card City Nights (recensito dal buon Atregliu non molti mesi fa).

Coin Crypt

La grafica è tutta coloratosa e squadrettata, ma non è che un inganno per distrarci dal pericolo imminente

Se c’è una cosa che Coin Crypt ci insegna, è che bisogna temere tutto

L’elemento chiave del gioco, come il titolo fa intuire, sono le monete: oggetti dal molteplice utilizzo che sanciranno la nostra vittoria o la nostra sconfitta all’interno di Coin Crypt. Ogni moneta ha un proprio potere magico, che può essere utilizzato durante i combattimenti. Il nostro eroe pescherà infatti dal suo sacchetto alcuni spiccioli durante gli scontri: selezionando una moneta e consumando il suo potere potremmo piegare le sorti del combattimento. Quando l’avversario raggiungerà gli zero punti vita o esaurirà le monete, perderà; e lo stesso accadrà a noi, nelle medesime situazioni. Fortunatamente possiamo trovare diverse monete dagli scrigni sparsi per il livello o saccheggiando i cadaveri dei nemici che si sono opposti a noi.

Coin Crypt

Durante i combattimenti la nostra mano in primo piano ci mostra le monete estratte: possiamo selezionare solo una di esse, mentre le altre verranno rimesse nel sacchetto

La profondità del titolo aumenta notevolmente incontrando i mercanti, da cui potremo acquistare artefatti che faciliteranno il nostro cammino. L’unico problema? Gli artefatti costano e noi dobbiamo pagarli in monete, ovviamente. Oltre al potere specifico, ognuna di essere avrà anche un valore più o meno alto. Varrà la pena cedere al mercante monete che potrebbero per esempio danneggiare il nemico o recuperarci vita, ottenendo in cambio un loot migliore dagli scrigni? Oppure di una mappa del livello? Il compromesso tra il numero delle monete restanti e i loro poteri dev’essere gestito più o meno accuratamente a seconda della classe, e in questo il gioco apre numerosissime strategie. State utilizzando una classe che non si può curare, ma dalla difesa altissima? Vendete tutte le vostre monete curative alla prima occasione e accumulate riserve di monete protettive piuttosto!

Alcune combinazioni sono più portate al long play, altre a scontri rapidi e letali: solo voi potete trovare la vostra personalissima build con cui godervi questo gioco.

Se ancora non vi basta la profondità latente di questo gioco, sappiate che sparsi per i livelli vi sono anche dei totem divini, appartenenti a diverse divinità, vicino ai quali possiamo decidere di sacrificare alcune monete per aggrazziarci favori “dai piani alti”. Se l’entità a cui ci siamo votati considererà il nostro compenso sufficiente, influenzerà il bottino che troveremo all’interno dei forzieri, permettendoci di trovare monete più rare.

Coin Crypt

Alcune classi sono semplicemente geniali

Tirando insieme le conclusioni, Coin Crypt è un titolo che inganna. Ad una prima occhiata, può sembrare un roguelite poco ispirato e casual, ma mai un affermazione potrebbe essere più errata. Ci si accorge subito dopo le prime partite  che la grafica colorata e squadrettata era solo una maschera a coprire un complesso e delicato sistema di compromessi. Usare monete per riceverne altre, sperando di non consumarle tutte e di estrarre quelle giuste al momento giusto. Vincere gli scontri non sempre è positivo: consumare una decina di monete per saccheggiarne una mezza dozzina vi conviene davvero? I combattimenti, contrariamente a quello che si può pensare, non sono a turni ma in un mega slowmotion: pensare a quale moneta utilizzare vi porterà via tempo prezioso, permettendo al nemico di consumare più monete e quindi saccheggiarne di meno. Compromesso è sicuramente la parola chiave per questo titolo che, personalmente, consiglio tantissimo. Che ci fate ancora qui? Estraete monete per un valore di 9,99€ dal vostro sacchetto e correte su Steam ad acquistarlo!

Coin Crypt
8 Voto
Consigliato a

Amanti dei roguelike/roguelite, amanti del deckbuilding, amanti dello sbloccare cose, amanti della numismatica

Sconsigliato a

Chi non apprezza il permadeath o la generazione procedurale, chi non apprezza la grafica troppo cartoonosa

Criterion 1